La Speech Banana o Banana del Parlato


E’ un termine usato per descrivere l’area dove i suoni del linguaggio (chiamati fonemi)appaiono sull’audiogramma (grafico che descrive la soglia uditiva di una persona). Quest’aerea è stata identificata registrando le voci di persone in un conversazione o durante una lettura a distanza di 1 metro su diverse lingue del mondo; facendo la media gli studiosi hanno trovato l’intensità (o volume) medio della nostra voce ( 30 dB voce bassa - 70 dB voce alta), e le frequenze medie della voce ( 125 Hz grave - 8000 Hx acuto). Mettendo i risultati sull’audiogramma è venuta fuori quest’area a forma di banana. Ecco come è nata la banana speech o banana del parlato.

Per esempio per sentire il suono /a/ dobbiamo sentire a 500 Hz e a circa 50dB, per sentire il suono /f/ dobbiamo sentire a 4000 Hz e a 35dB. Sono stime ma molto importanti. Anche se molti suoni sono al di fuori del parlato gli Audiologi sono più concentrati a dare un’amplificazione che consideri le frequenze della banana del parlato perché non sentire a sufficienza i suoni compresi in quest’area può aver conseguenze negative sull’abilità del bambino ad imparare il linguaggio.

Se tracciamo la soglia uditiva con le protesi o con l’impianto di un bambino sulla banana del parlato dovremmo essere in grado di capire cosa il bambino può sentire e cosa invece avrà difficoltà a percepire.

E’ sufficiente che il bambino senta all’interno della banana del parlato? No, per approfondire leggi qui.

0 visualizzazioni